Trump ha vinto perché parla con la pancia

Trump ha vinto perché parla con la pancia

Trump ha vinto perché parla con la pancia, caratteristica "un tempo" delle donne. «Sognate in grande, perché ciò che sognate è ciò che farete». È una delle fra1i che si leggono nei libri motivazionali di Donald Trump e ascoltate dai partecipanti all'evento di coaching iniziato nel 2004 The Learning Annex Wealth Expo, in cerca dell'ispirazione per cambiare in meglio le proprie vite: da subito 31.500 presenze a New York, 70.000 a San Francisco e 62.500 a Los Angeles, per riportare qualche numero. (altro…)
Leggi il resto
Omicidio stradale. Bene l’introduzione

Omicidio stradale. Bene l’introduzione

Omicidio stradale. L'introduzione di questo reato è un atto d'amore che cambierà l'approccio alla guida. E' passato qualche anno ormai da quando ho cominciato a lottare per l'introduzione del reato di omicidio stradale. Oggi è un reato a sè! A significare che non bisogna mai scoraggiarsi, mai smettere di lottare per quello in cui si crede. Per la tutela della Vita. Per la Giustizia! Tutti insieme, chi in un modo chi nell'altro, chi perché ha perso qualcuno, chi perché si sente parte di un unico destino, di una sola Vita, le cose le possiamo cambiare! Non dimenticatelo mai. Ci sono voluti…
Leggi il resto
Bambini strappati ai genitori

Bambini strappati ai genitori

Bambini contesi tra famiglie e Stato. Spesso i diritti dei bambini sono all'ultimo posto. Bambini contesi. L’Associazione per la tutela della Vita e della Persona Italia Vera, denuncia quanto tutto il paese ha visto nel filmato mandato in onda a "Chi L’Ha Visto?" relativo al caso di Padova.  “Una violenza inammissibile in uno Stato civile – afferma la presidente Barbara Benedettelli – è stata lesa la dignità di una persona, perché un bambino è una persona, trattato in modo disumano e degradante. Dal Presidente della Repubblica ci aspettiamo un intervento con carattere d’urgenza verso quelli che sono comunemente definiti “rapimenti di Stato”.  Ciò che è accaduto…
Leggi il resto
Fabrizio Corona e la “squilibrizia”

Fabrizio Corona e la “squilibrizia”

Fabrizio Corona non è il male assoluto. Il male è la "squilibrizia" che governa il mondo. Fabrizio Corona è in carcere, ostativo per i primi anni, mentre Renato Vallanzasca, condannato a quattro ergastoli per omicidio, di giorno lavora in centro a Milano come un Renato qualsiasi. Ciò non significa che il primo sia uno stinco di santo, ma piuttosto che invece di giustizia possiamo chiamarla “squilibrizia”. A fronte di un Corona in carcere abbiamo un Kabobo, che aveva già esercitato la violenza in un breve passaggio in cella con atti di vandalismo, che può circolare come un fantasma per la…
Leggi il resto
L’Aquila, non si dimentichi.

L’Aquila, non si dimentichi.

L'Aquila, 6 aprile 2009. Non si dimentichi. L'Aquila, 25 aprile. Arrivo e mi metto in ascolto del "rumore" del silenzio. Ho visto una città che prima delle 03.32 del 6 aprile 2009 era vestita di vita e che oggi è, ancora, come scarnificata. Ho scattato delle foto che vi mostro insieme alle parole di Vincenzo  Vittorini e di Stefano Cencioni.  Vincenzo, com’è la sua vita oggi?  Totalmente diversa. Ho per fortuna un figlio che ancora vive. Mia moglie gli ha dato una seconda possibilità convincendolo ad andare in gita scolastica a Milano. Federico voleva stare con noi. Lei e la mia figlia più…
Leggi il resto
Maria Stella Gelmini

Maria Stella Gelmini

Maria Stella Gelmini, intervista di Barbara Benedettelli per Il Giornale 27 marzo 2010  Mariastella Gelmini è una donna giovane, ma forte e determinata. Guarda avanti a testa alta nonostante gli attacchi. La sua è una destra moderna che si basa sui valori della nostra tradizione, della nostra cultura e - dice - sulle radici cristiane. «È una destra - continua - che vuole una società più liberale e meno statalista, in cui le scelte siano basate sul merito. Che rifiuta i luoghi comuni, l’assistenzialismo e la logica dei diritti senza doveri». Ministro, che cosa la muove? «Le mie forti convinzioni e la passione…
Leggi il resto
Mara Carfagna

Mara Carfagna

Mara Carfagna Paone intervistata da Barbara Benedettelli per "Il Giornale", 8 marzo 2010 Mara Carfagna ministro è come un jet. Procede instancabile verso i suoi obiettivi. Le donne, i bambini, gli anziani e i disabili sono il centro intorno a cui ruota il suo lavoro, è convinta che la famiglia sia un punto fermo da cui partire per migliorare l’assetto sociale. A proposito di famiglia il 3 febbraio scorso il Tribunale Civile di Milano è stato chiamato ad esprimersi su una vicenda di violenza sessuale tra adolescenti. I genitori sono stati condannati a pagare una multa importante perché «non hanno trasmesso…
Leggi il resto

Daniela Santanchè

Extra del 4 Dicembre 2009 Daniela Santanchè è una donna controversa. Bellezza sofisticata e carattere combattivo. Una “ragazza”, come lei stessa si definisce in questa intervista, capace di salire sui gradini piu' alti della politica, di fondare il Movimento per l'Italia, vicino al Pdl, di cui è Segretario nazionale e di costruire, in meno di tre anni, due concessionarie di pubblicità con cui gestisce la raccolta di Libero, Il Giornale, Il Riformista, Dnews e Metro. Per ora. Un ingresso nel mondo degli affari dovuto, in un certo senso, alla passione innata per il bello?  (altro…)
Leggi il resto
Pedopornografia e pedofilia in Italia

Pedopornografia e pedofilia in Italia

Pedo - pornografia e pedofilia. Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico Uno degli strumenti innovativi introdotti dalla legge n. 269/98 riguarda l’attività di investigazione rivolta alla prevenzione e al contrasto dell’utilizzo della rete web come strumento di sfruttamento a sfondo sessuale e pedo-pornografico del minore. L’organo preposto per il monitoraggio costante della rete sulle attività pedo-pornografiche è la Polizia Postale e delle Comunicazioni. Dal 1998 al primo semestre 2005 (ultimi dati statistici elaborati) l’attività investigativa ha coinvolto circa 178mila siti web, comportando: la decisione di realizzare 2.882 perquisizioni e di denunciare (in stato di libertà) 3.011 persone…
Leggi il resto
Emergenza carceri: gli istituti vuoti

Emergenza carceri: gli istituti vuoti

Emergenza carcere, sono molti gli istituti vuoti. Che fare? Dati tratti da Associazione Antigone e inchieste giornalistiche. Arghillà (Reggio Calabria) :carcere ultimato nel 2005 con accorgimenti tecnici all'avanguardia. Costo della realizzazione 25 milioni di euro dei contribuenti. Inutilizzato. Mancano la strada d'accesso, le fogne e l'allacciamento idrico. Posti disponibili 358 con possibilità di ampliamento di altri 200 posti. Bovino (Foggia): struttura ultimata. Posti disponibili 120. Mai aperta. Accadia (Foggia): Penitenziario finito nel 1993. Capienza 90 posti. Attualmente proprietà del Comune che lo ha trasformato in una discarica a cielo aperto. Mai utilizzato come carcere. Apricena( Foggia ): Inutilizzato a fini detentivi. Ogni…
Leggi il resto
Sconti automatici? Basta!

Sconti automatici? Basta!

Tre anni e quattro mesi al colpevole. No agli sconti automatici! La condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione per Gabardi El Habib, il pirata della strada che il 10 luglio 2013 travolse e uccise Beatrice Papetti, di soli 16 anni,  è una rarità per quanto riguarda gli omicidi stradali. Ma la pena resta non equa rispetto alla gravità del fatto e al valore immenso del bene sottratto, un bene che non è restituibile: la vita. Ora mi aspetto che il nuovo Ministro della Giustizia Orlando prenda in seria considerazione la possibilità di eliminare gli sconti automatici per quanto riguarda tutti i reati contro la persona. La pena effettiva infatti…
Leggi il resto
Amnistia e irresponsabilità

Amnistia e irresponsabilità

Amnistia, un atto di irresponsabilità che può vedere la morte di persone innocenti. Amnistia! Lo si grida più o meno ogni cinque anni. Si chiede l’ amnistia per giungere a un qualche provvedimento d’impunita' minore e, alla fine, non risolvere niente. Infatti, statistiche alla mano, il problema carceri aumenta nel tempo. E ogni volta, da decenni, dopo provvedimenti di questo tipo (che si fanno sempre dicendo che a essi seguirà una riforma del sistema che non avviene mai) aumentano anche i reati contro la persona, primo tra tutti l’omicidio volontario, a seguire i furti e le rapine. “Effetti collaterali” a danno dei…
Leggi il resto
Caso Slot: 98 miliardi regalati!

Caso Slot: 98 miliardi regalati!

98 MILIARDI di euro equivalgono a ben 5 manovre economiche. Li riavremo? Di quei 98 MILIARDI (lo scrivo maiuscolo perché sia chiaro che non sono milioni) ne abbiamo recuperati 2,5 in primo grado. Gli altri 96, che potrebbero impedire i tagli al welfaire, che potrebbero diminuire i costi del lavoro e creare occupazione, che potrebbero essere dati al volontariato per sostenerlo nella fondamentale opera sociale, che potrebbero evitare tagli lineari alla sanità, che potrebbero permettere incentivi per gli insegnanti. Potrebbero andare all'università per abbassare le rette e alla ricerca delle energie alternative. Potrebbero impedire i tagli alle forze dell'ordine e…
Leggi il resto
La giustizia sta morendo

La giustizia sta morendo

La giustizia sta morendo, non stiamo a guardare Che tristezza l'ennesimo provvedimento che non tiene conto delle Vittime dei reati e di quei liberi cittadini la cui sorte potrebbe diventare terribile, e poi essere considerata un insignificante “effetto collaterale”. Che società è quella che mette davanti al diritto alla vita, all’integrità, alla salute dei cittadini onesti, un altro diritto che potrebbe essere soddisfatto già domani senza, appunto, effetti collaterali? Che civiltà è quella che annullando la pena per alcuni reati annulla la forza della legge e ne svilisce la necessità? La giustizia non può essere clemente con chi abusa della…
Leggi il resto

6 aprile: terremoto all’Aquila. Non si dimentichi!

Oggi, nella giornata triste del ricordo delle Vittime de L'Aquila, vi ripropongo le parole di Giustino Parisse che ha perso i due figli e il padre. Prima però l'ultimo aggiornamento del processo al quale Parisse si riferisce. 22 ottobre 2012. Dopo 5 ore di camera di consiglio il giudice del Tribuna tristele dell’Aquila Marco Billi emette la sentenza di condanna contro il presidente della Grandi Rischi,  l'allora vicecapo della Protezione Civile Bernardo De Bernardinis, l'allora presidente dell'Ing. Enzo Boschi, il direttore del servizio sismico del Dipartimento della Protezione Civile Mauro Dolce, il direttore del centro nazionale terremoti Giulio Selvaggi, il direttore…
Leggi il resto
Finanziaria e certezza della condanna

Finanziaria e certezza della condanna

"Del doman non v'è certezza", specie per quanto riguarda la nuova finanziaria. Ma oggi ciò che leggo mi rincuora: è previsto l'annullamento della condizionale per chi evade oltre tre milioni di euro. Bene! Ciò significa che, valendo la vita molto di più di tre milioni di euro, anche per l'omicidio stradale lo Stato si comporterà con la stessa durezza. Niente condizionale per chi uccide mentre guida la sua "arma" ubriaco, drogato o nella piena facoltà di scegliere di osservare o meno quelle regole nate per salvarci la vita! Mi spingo oltre: cari Ministri, c'è anche un altro modo per risparmiare…
Leggi il resto
E adesso normalità, vi prego!

E adesso normalità, vi prego!

Un nuovo premier e un nuovo governo non deciso dai cittadini. Chi lo chiama golpe, chi oligarchia, chi regime, chi attentato alla Costituzione. E' certamente un'anomalia tutta italiana, del resto alle anomalie siamo abituati e forse è anche grazie a queste se il Paese è arrivato in fondo al tunnel. Un tunnel in fondo al quale chi ci governa ha spesso affermato di vedere l'uscita o la luce. Per ora la sola luce che abbiamo visto tutti è quella di un frecciarossa senza freni, pronto a venirci addosso, e che ha già lasciato alle sue spalle morti e feriti. Ora,…
Leggi il resto
Tasso di detenzione e sovraffollamento

Tasso di detenzione e sovraffollamento

TASSO DI DETENZIONE: INDICATORE DI INEFFICIENZA Il Tasso di Detenzione mostra un numero relativo alla quantità di detenuti per ogni tot abitanti. E’ un importante indicatore da analizzare, per valutare i risultati delle azioni messe in atto in campo penale. Nel nostro paese per 100.000 abitanti il Tasso di Detenzione è pari a 112,6 detenuti ed è inferiore rispetto alla media in Europa (127,7) e mondiale (156). Per esempio in Francia, Spagna e nel Regno Unito, i Tassi di Detenzione sono superiori a quelli italiani, ma in nessuno di questi paesi c’è lo stesso problema di sovraffollamento che abbiamo noi. Perché?…
Leggi il resto
Protesta dei forconi e fame

Protesta dei forconi e fame

La gente ha fame, ecco perché la protesta. Dopo un governo tecnico che chiedeva lacrime e sangue all’unisono con un’ Europa capace di tutelare solo gli interessi della finanza, e un anno di larghe intese dove le sole intese attuate sono quelle che riguardano la salvezza di partiti atrofizzati, non poteva che scoppiare la rivolta sociale. Mentre in altri Paesi i segni della ripresa ci sono, in Italia le aziende chiudono e le persone si suicidano perché non ce la fanno. E quando a scendere in piazza non sono i sindacati o i partiti con i loro militanti e l’apparato, ma…
Leggi il resto
Responsabilità civile Magistrati

Responsabilità civile Magistrati

Un uomo può picchiare brutalmente la compagna per l'ennesima volta, senza subire né la carcerazione, né un processo per direttissima, né un trattamento psicologico. E tutto questo il più delle volte lo scopriamo quell'ennesima volta in cui riesce a ucciderla. Amen. Casi come quello di Pesaro ne accadono ogni giorno. A cosa serve avere firmato la Convenzione di Istanbul se a un uomo che massacra la moglie ( e che lo ha già fatto altre volte), colto in flagranza gli si dà solo un "cartellino giallo" per di più senza controllo, anche se dimostra di non avere capito la gravità del fatto con un " Mica l'ho…
Leggi il resto