L’ergastolo del dolore. Intervista a Rosanna Landi

L’ergastolo del dolore. Intervista a Rosanna Landi

Qui una piccola parte del Diario dell’Assenza che Rosanna Landi ha scritto nei due anni successivi alla morte violenta del marito Roberto.  Sono Roberto Landi, ex assessore comunale di Villaricca (Napoli) e titolare di un centro medico, e sono morto a 47 anni, il 23 aprile del 2009, pensando forte, e un’ultima volta, ai miei figli e a mia moglie. Lo credevo un agente immobiliare. Per questo gli avevo affidato 300 mila euro solo qualche settimana prima di scoprire la truffa: non ha comprato nessuna casa. Ha tenuto i soldi. Minaccio di denunciarlo e lo piego. Viene a prendermi per restituire il denaro.…
Leggi il resto
Lutto per la morte di un’amica

Lutto per la morte di un’amica

Lutto per la morte di un'amica e la voglia di tenerla viva. Oggi per me è una giornata triste, infinitamente triste.... a volte le persone si allontanano non perché vogliono, ma perché qualcosa di più grande ce le porta via e tu pensi alla vita, la tua, la loro, la nostra. Pensi ai momenti vissuti insieme, a quelli persi. Ti viene in mente un sorriso, una frase, il tono della voce alla quale non avevi mai fatto caso. Un incontro mancato e uno vissuto con intensità magari nel fare una battaglia comune. E ti tornano alla mente tutti coloro che…
Leggi il resto
Ciao Isa, ovunque tu sia ora, ascoltami

Ciao Isa, ovunque tu sia ora, ascoltami

Ciao Isa, te ne sei andata e a me piange il cuore Lei si chiamava Elisabetta Polenghi. Ci ha lasciato oggi. Era, è, una donna meravigliosa, forte, con un grande coraggio, tanto coraggio da riuscire a dimostrare che a uccidere suo fratello Fabio, a Bangkok nel 2010, mentre faceva il suo mestiere di fotoreporter, è stato l'esercito. Isa non ha mai smesso di cercare verità e giustizia per lui. E' così che l'ho conosciuta 4 anni fa. E il suo sorriso rassicurante, la sua forza d'animo, la sua determinazione e insieme la sua dolcezza, saranno sempre nel mio cuore. Il…
Leggi il resto
Quando qualcuno che ami muore

Quando qualcuno che ami muore

Quando qualcuno che ami muore, il mondo e il tempo si fermano Oggi per me è una giornata triste, infinitamente triste.... a volte le persone si allontanano non perché vogliono, ma perché qualcosa di più grande ce le porta via e tu pensi alla vita, la tua, la loro, la nostra. Pensi ai momenti vissuti insieme, a quelli persi. Ti viene in mente un sorriso, una frase, il tono della voce alla quale non avevi mai fatto caso. Un incontro mancato e uno vissuto con intensità magari nel fare una battaglia comune. E ti tornano alla mente tutti coloro che…
Leggi il resto
Le lacrime del male. Carotenuto

Le lacrime del male. Carotenuto

Le Lacrime del male di Aldo Carotenuto È difficile, dinanzi a eventi che scardinano l’ordine della nostra vita, che irrompono con violenza a turbare i nostri equilibri, essere consapevoli della necessità di questo male. Essere consapevoli che ogni tassello, anche il più inquietante, alieno, incontrollabile, può avere un senso che noi capiremo dopo, in un tempo ancora a venire. È difficile per la nostra ragione immaginare la possibilità che anche ciò che consideriamo male, nelle sue svariate manifestazioni, può essere necessario, come un tassello unico e irripetibile, per costruire quel mosaico la cui immagine solo alla fine riusciremo a vedere…
Leggi il resto
Chi muore resta sul fondo del mare…

Chi muore resta sul fondo del mare…

E' sul fondo del mare, che secondo Montale, si posa la memoria delle persone scomparse. Il ricordo di un uomo è lì, schiacciato sotto il peso di un abisso che pochi possono attraversare. Chi muore vive senza esistere dentro chi l'ha amato in giorni di un passato che non ha più futuro. Non è più vivo per la terra, per la legge, per la giustizia, ma esiste ancora in chi è stato parte del suo destino. E questo, la legge, come la giustizia umana, non lo possono cancellare.     So che si può vivere non esistendo, emersi da una…
Leggi il resto