Vittime maschili, per le femministe non se ne può parlare

Vittime maschili, per le femministe non se ne può parlare

In Campidoglio si parla di uomini vittime nelle relazioni intime e il femminismo suprematista getta la maschera: di vittime maschili non si deve parlare!  Partiamo dalla cronaca: Gemma Guerrini, presidente Commissione Pari Opportunità del Campidoglio e Filomena Cotti Zelati, presidente Commissione Pari Opportunità del municipio Roma x,  il 10 settembre scorso hanno audito l'associazione L'Altra Parte (che collabora col Centro Ankyra), che ha affrontato il tema della violenza verso gli uomini nei rapporti intimi. Una violenza, tra l'altro, riconosciuta anche nel preambolo della Convenzione di Istanbul.  In sintesi, un'Istituzione pubblica e democratica ha ascoltato le tesi di chi affronta un fenomeno…
Leggi il resto
A Parabiago in scena l’amicizia e l’amore.

A Parabiago in scena l’amicizia e l’amore.

  L'11 novembre, nella meravigliosa cornice di Villa Corvini di Parabiago, città di cui sono neo Assessore con delega alla Sicurezza, Polizia Locale, Prevenzione Stradale e Protezione Civile, nell'ambito delle celebrazioni per la Giornata Internazionale dell'Uomo, che si celebra il 19 novembre, è stato presentato il libro "Eroi Quotidiani" di Giovanni Terzi. Giornalista, saggista e caro amico, al quale non smetterò mai di dire grazie per essermi stato vicino in un momento difficile della mia vita. A riprova che tra tanta superficialità, ipocrisia e opportunismo, il valore della vera amicizia resiste. Persona di spessore e umanità, che ha accettato di…
Leggi il resto
Jimmy Bennett non creduto in quanto maschio

Jimmy Bennett non creduto in quanto maschio

Jimmy Bennet non credibile come vittima perché maschio? Jimmy Bennett se fosse stato femmina dopo (e durante) l'intervista di Giletti a Non è l'arena avrebbe subito un trattamento diverso. Si sarebbe parlato di coraggio nel denunciare; il presunto abusante sarebbe stato definito uno schifoso pedofilo; si sarebbe parlato di plagio su persona in stato di minorata difesa a causa dell'età, del rapporto di fiducia e anche per aver bevuto. Perché Jimmy Bennett dice di aver bevuto lo champagne che Asia Argento gli avrebbe offerto prima di essere abusato sessualmente. Però, per chi non lo ritiene credibile – in quanto maschio –,…
Leggi il resto
Giornata internazionale dell’uomo

Giornata internazionale dell’uomo

Giornata Internazionale degli Uomini, oggi più importante che mai.Il 25 novembre è la giornata la Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne. Ma pochi sanno che il 19 novembre si celebra anche la Giornata internazionale dell'uomo (IMD). Inaugurata nel 1999 in Trinidad e Tobago, in Italia si celebra a partire dal 2009 grazie all’avvocato Giorgio Ceccarelli, presidente dell'Associazione Figli Negati, che si è fatta anche promotrice della Marcia dei Papà o Daddy’s pride: una manifestazione che si svolge ogni anno il 19 marzo a Roma (arrivata alla 31° edizione), e che vede riuniti padri separati italiani e stranieri…
Leggi il resto
Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio esiste? E il femminicidio è davvero presente in modo massiccio nel nostro paese? Barbara Benedettelli indaga a 360° sul fenomeno della violenza domestica. Fatti di cronaca, ricerche statistiche, testimonianze, lo dicono a chiare lettere nel nuovo saggio di Barbara Benedettelli uscito il 9 novembre 2017: la violenza all’interno della coppia è reciproca. Eppure si parla solo di femminicidio (e non sempre lo è). C'è spesso intolleranza, odio politico, chiusura, verso chi sposta la lente d'ingrandimento sul lato nascosto dell'"amore" malato e violento: quello delle donne che odiano gli uomini. Barbara Benedettelli con il pamphlet Il maschicidio silenzioso. Perché l'amore violento è reciproco…
Leggi il resto
Violenza domestica, non solo le donne

Violenza domestica, non solo le donne

Violenza domestica, non solo le donne sono Vittime. Lo sono i bambini, lo sono gli anziani, lo sono gli uomini. Ammettere che anche le donne agiscano la violenza non significa giustificare chi le uccide. Significa affermare che la realtà è articolata e ambivalente, va dunque osservata da più punti di vista per trovare quella via capace di sanare le relazioni sociali e affettive profondamente malate. Con onestà. E con la volontà di farsi un esame di coscienza individuale e collettivo, capace di superare gli errori che tutti commettiamo. Vuol dire tenere conto dei fatti di vita: questa settimana la cronaca…
Leggi il resto