Raval

Raval

Raval è un libro molto poco “politically correct”, come ultimamente si suol dire. Non lo sono i suoi temi - violenza sessuale, bellezza, invidia, bullismo - né i modi in cui vengono trattati; non lo sono i suoi personaggi, non lo è il linguaggio e lo stile narrativo. Nel libro i fatti succedono e basta, e i personaggi sono personaggi anche quando sono cattivi. Non ci sono scusanti e schermature, la vita reale passa e invade la storia, pienamente. Nessuna retorica, nessun velo a coprire responsabilità, comportamenti e colpe. In Raval i bambini non sono innocenti creature buone per definizione,…
Leggi il resto
Solitudine profonda…

Solitudine profonda…

Solitudine profonda, ecco come la vive chi affronta il carcere Condivido con voi la poesia di un detenuto che ha partecipato al laboratorio di lettura e scrittura creativa nella Casa di reclusione di Milano-Opera. Nella solitudine profonda davanti a un nero quadro di spavento sento un freddo tenebroso che avvolge l'anima. E tra singulti e orrori cresce il dolore del mio dolore e mi inginocchio su un piccolo tappeto per elevare la solita preghiera fino all'arrivo dell'alba e di quello spiraglio di luce che illumina la mia anima che è una tomba che cammina. A.B.  Laboratorio di lettura e scrittura…
Leggi il resto