Vittime maschili, per le femministe non se ne può parlare

Vittime maschili, per le femministe non se ne può parlare

In Campidoglio si parla di uomini vittime nelle relazioni intime e il femminismo suprematista getta la maschera: di vittime maschili non si deve parlare!  Partiamo dalla cronaca: Gemma Guerrini, presidente Commissione Pari Opportunità del Campidoglio e Filomena Cotti Zelati, presidente Commissione Pari Opportunità del municipio Roma x,  il 10 settembre scorso hanno audito l'associazione L'Altra Parte (che collabora col Centro Ankyra), che ha affrontato il tema della violenza verso gli uomini nei rapporti intimi. Una violenza, tra l'altro, riconosciuta anche nel preambolo della Convenzione di Istanbul.  In sintesi, un'Istituzione pubblica e democratica ha ascoltato le tesi di chi affronta un fenomeno…
Leggi il resto
Il maschicidio esiste?

Il maschicidio esiste?

Esiste una violenza politica e fisica contro il maschio in quanto tale? Insomma, il maschicidio esiste? Proviamo a darne una definizione.  Nel solo mese di agosto 2019 tre donne hanno ucciso i loro compagni o ex compagni. Ecco i loro nomi: Francesco Armigero, 30 anni, Nicola Pizzi, 53 anni, Leonardo Politi, 61 anni.  Non ho sentito parole di sdegno, né da parte della società civile, né da parte della politica. Anzi. Sui social, quando si annuncia l'uccisione di un uomo da parte di una donna, è facile vedere una rimostranza femminile violenta e incivile.   Allora, tenendo conto che il neologismo…
Leggi il resto
Violenza domestica, i numeri oltre il genere

Violenza domestica, i numeri oltre il genere

Violenza domestica: indagine i numeri oltre il genere. Uomini e donne uccisi in egual numero in famiglia e all'interno delle Relazioni Interpersonali Significative (Ris).     L'indagine di Barbara Benedettelli lo dimostra con i fatti e i nomi e cognomi di tutte le Vittime: maschi e femmine.  La violenza intrafamiliare non risparmia nessuno.  Parte dell'indagine è stata pubblicata su Il Giornale, di seguito il contenuto dell'articolo. Chi volesse approfondire, può scaricare l'indagine completa (47 pag.) con fatti, nomi e cognomi di tutte le Vittime maschili e femminili: 8 giugno 2018 articolo di Barbara Benedettelli da Il Giornale: Centoventi donne. Centoventi uomini. Sono…
Leggi il resto
Scandali sessuali, anche le donne molestano

Scandali sessuali, anche le donne molestano

Scandali sessuali, gogna mediatica a senso unico Scandali sessuali, Tatiana Santi intervista Barbara Benedettelli. Un'analisi oltre lo stereotipo donna/vittima uomo/carnefice. Gli scandali sessuali, fra i temi più scottanti degli ultimi mesi, hanno stravolto il mondo del cinema e l’opinione pubblica. Si è finito però per banalizzare un fenomeno assai più complesso, che non può essere limitato allo schema donna vittima/uomo carnefice. Scandali sessuali, gogna mediatica a senso unico. La lettera aperta di numerose scrittrici, ricercatrici, intellettuali e attrici francesi, fra cui la grande Catherine Deneuve, ha scosso un dibattito che aveva ormai quasi portato a considerare il corteggiamento un delitto e…
Leggi il resto
Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio esiste? E il femminicidio è davvero presente in modo massiccio nel nostro paese? Barbara Benedettelli indaga a 360° sul fenomeno della violenza domestica. Fatti di cronaca, ricerche statistiche, testimonianze, lo dicono a chiare lettere nel nuovo saggio di Barbara Benedettelli uscito il 9 novembre 2017: la violenza all’interno della coppia è reciproca. Eppure si parla solo di femminicidio (e non sempre lo è). C'è spesso intolleranza, odio politico, chiusura, verso chi sposta la lente d'ingrandimento sul lato nascosto dell'"amore" malato e violento: quello delle donne che odiano gli uomini. Barbara Benedettelli con il pamphlet Il maschicidio silenzioso. Perché l'amore violento è reciproco…
Leggi il resto
Violenza domestica, non solo le donne

Violenza domestica, non solo le donne

Violenza domestica, non solo le donne sono Vittime. Lo sono i bambini, lo sono gli anziani, lo sono gli uomini. Ammettere che anche le donne agiscano la violenza non significa giustificare chi le uccide. Significa affermare che la realtà è articolata e ambivalente, va dunque osservata da più punti di vista per trovare quella via capace di sanare le relazioni sociali e affettive profondamente malate. Con onestà. E con la volontà di farsi un esame di coscienza individuale e collettivo, capace di superare gli errori che tutti commettiamo. Vuol dire tenere conto dei fatti di vita: questa settimana la cronaca…
Leggi il resto