Thailandia come Vermicino

Thailandia come Vermicino

Un bimbo di appena 6 anni, Alfredo Rampi, il 10 giugno 1981 è caduto in un pozzo artesiano di Vermicino. Avevo tredici anni quando davanti alla Tv, rigorosamente in bianco e nero, soffrivo insieme a tutta Italia per lui, ribattezzato Alfredino. Sofferenza e speranza di fronte a un fatto di cronaca che per la prima volta veniva trasmesso a reti unificate. Per 18 interminabili ore le telecamere non si sono mai staccate dalla sua agonia, udita da oltre 20 milioni di telespettatori grazie a un microfono calato in quel pozzo largo appena 28cm, ma profondo come l'abisso. Si tentò il…
Leggi il resto
Amore e rivoluzione

Amore e rivoluzione

Amore è un'arma potentissima, basta Amore per fare una rivoluzione. Amore come potenza. Tratto da L'amore ci salva, storie di sopravvissuti alla vita (Imprimatur) Amore, a pensarci bene, è una parola rivoluzionaria. Noi siamo amore. Noi amiamo e cerchiamo, anche senza ammetterlo, amore. E’ lì, quando amiamo, che ci sentiamo vivi, che sentiamo la vita scorrere nelle nostre vene, che siamo in comunione e pace con l’universo intero. Eppure parlare d’amore, chiederlo o donarlo, oggi sembra quanto meno naif. E invece l’amore va gridato! Quanto poco pronunciamo la parola amore? E quante volte, quando parliamo d’amore, avvertiamo negli altri un sottile senso…
Leggi il resto
Le leggi come la pancia della mamma

Le leggi come la pancia della mamma

Le leggi come la panica della mamma? Sì. Pensaci. C'è un giorno nella tua vita, un giorno importante, credo che non ce ne siano altri così importanti. Quel giorno tua madre e tuo padre sono in fibrillazione. Lei ha paura del dolore che arriva piano ma poi diventa così forte che ti sembra di morire. Lui suda, si agita, cammina avanti e indietro e forse vorrebbe essere al posto suo. Fa male. Fa tanto male. Non sono sicura che un uomo sopporterebbe tutto quel male, senza offesa. Ma poi a un certo punto esce la testolina. Quell'esserino non è poi…
Leggi il resto
L’amore ci può salvare dalla crisi

L’amore ci può salvare dalla crisi

Amore, davvero ci può salvare? “Solo l'amore può aiutarci a uscire da questa crisi non solo economica, ma anche e soprattutto delle coscienze. Quella che stiamo attraversando è una crisi innanzitutto etica, esistenziale. Una crisi che ci ha portati a far vincere la cultura della morte. Una cultura che si ciba della nostra interiorità e ci rende esseri votati al nulla. Solo contrapponendovi la cultura della vita, che si muove nella logica dell'amore, possiamo uscirne.” A parlare è la saggista e attivista per i diritti delle Vittime Barbara Benedettelli, che esprime ampiamente questo concetto nel nuovo libro “L'amore ci salva, storie…
Leggi il resto
Protesta dei forconi e fame

Protesta dei forconi e fame

La gente ha fame, ecco perché la protesta. Dopo un governo tecnico che chiedeva lacrime e sangue all’unisono con un’ Europa capace di tutelare solo gli interessi della finanza, e un anno di larghe intese dove le sole intese attuate sono quelle che riguardano la salvezza di partiti atrofizzati, non poteva che scoppiare la rivolta sociale. Mentre in altri Paesi i segni della ripresa ci sono, in Italia le aziende chiudono e le persone si suicidano perché non ce la fanno. E quando a scendere in piazza non sono i sindacati o i partiti con i loro militanti e l’apparato, ma…
Leggi il resto

Montesquieu, lo spirito delle leggi

Lo spirito delle leggi di Montesquieu "La libertà è il diritto di fare ciò che le leggi permettono. Se un cittadino potesse fare ciò che le leggi proibiscono non ci sarebbe più libertà." "Le istituzioni e le leggi dei vari popoli non costituiscono qualcosa di casuale e arbitrario, ma sono strettamente condizionate dalla natura dei popoli stessi, dai loro costumi, dalla loro religione e sicuramente anche dal clima. Al pari di ogni essere vivente anche gli uomini, e quindi le società, sono sottoposte a regole fondamentali che scaturiscono dall'intreccio stesso delle cose. Queste regole non debbono considerarsi assolute, cioè indipendenti dallo…
Leggi il resto
Freud e il disagio della civiltà

Freud e il disagio della civiltà

Freud e il disagio della civiltà "Sono tre le fonti da cui proviene la nostra sofferenza: la forza soverchiante della natura, la fragilità del nostro corpo e l'inadeguatezza delle istituzioni che regolano le reciproche relazioni degli uomini nella famiglia, nello Stato, nella società. […] Circa la terza fonte di sofferenza […] [...]on vogliamo ammetterla, non riusciamo a comprendere perché le istituzioni da noi stessi create non debbano essere piuttosto una protezione e un beneficio per tutti". Sigmund Freud
Leggi il resto