Vittime della strada, militanti della memoria

Vittime della strada, militanti della memoria

Vittime della strada, militanti della memoria dei loro cari perché non accada ancora.  Nella giornata mondiale in memoria delle Vittime della strada si prenda coscienza che delle loro tragedie non si può smettere di parlare. Non si smetta di dare voce ai familiari delle migliaia di vite interrotte sull'asfalto. Sono state 3378 nel 2017 le persone che hanno lasciato genitori, fratelli, sorelle, costretti a vivere l'ergastolo del dolore, Vittime anche loro della superficialità umana. E lo scrivo con la V maiuscola, per sottolineare il valore “unico” di una condizione invalidante causata dalla generalizzata mancanza di consapevolezza che un mezzo di…
Leggi il resto
L’11 settembre in un’immagine

L’11 settembre in un’immagine

11 settembre, una data senza anno. Un orrore senza fine. Dell'11 settembre 2001 questa è l'immagine che racconta più di ogni altra la disperazione, la sconfitta, la fragilità umana. Un frame cristallizza la vita che subito dopo è morte. La scelta non è nel come vivere, ma nel come morire. Sfracellati al suolo o bruciati vivi. La foto è stata titolata The Falling Man, ed è stata scattata alle 9:41:15 dal fotografo dell'Associated Press Richard Drew. Quel mattino, quando è suonata la sveglia per ricominciare una giornata dove decidere come vestirsi, cosa fare, se svegliare il bambino che dorme per salutarlo prima di…
Leggi il resto
Anna Frank, la speranza nonostante tutto

Anna Frank, la speranza nonostante tutto

La forza della speranza. Ecco la difficoltà di questi tempi: gli ideali, i sogni, le splendide speranze non sono ancora sorti in noi che già sono colpiti e completamente distrutti dalla crudele realtà. È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo. Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione. Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte il rombo l'avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo…
Leggi il resto

6 aprile: terremoto all’Aquila. Non si dimentichi!

Oggi, nella giornata triste del ricordo delle Vittime de L'Aquila, vi ripropongo le parole di Giustino Parisse che ha perso i due figli e il padre. Prima però l'ultimo aggiornamento del processo al quale Parisse si riferisce. 22 ottobre 2012. Dopo 5 ore di camera di consiglio il giudice del Tribuna tristele dell’Aquila Marco Billi emette la sentenza di condanna contro il presidente della Grandi Rischi,  l'allora vicecapo della Protezione Civile Bernardo De Bernardinis, l'allora presidente dell'Ing. Enzo Boschi, il direttore del servizio sismico del Dipartimento della Protezione Civile Mauro Dolce, il direttore del centro nazionale terremoti Giulio Selvaggi, il direttore…
Leggi il resto
Chi muore resta sul fondo del mare…

Chi muore resta sul fondo del mare…

E' sul fondo del mare, che secondo Montale, si posa la memoria delle persone scomparse. Il ricordo di un uomo è lì, schiacciato sotto il peso di un abisso che pochi possono attraversare. Chi muore vive senza esistere dentro chi l'ha amato in giorni di un passato che non ha più futuro. Non è più vivo per la terra, per la legge, per la giustizia, ma esiste ancora in chi è stato parte del suo destino. E questo, la legge, come la giustizia umana, non lo possono cancellare.     So che si può vivere non esistendo, emersi da una…
Leggi il resto
Stragi da non dimenticare

Stragi da non dimenticare

Stragi come queste non si possono dimenticare. Treno Italicus, 2 agosto 1980: 85 morti e 200 feriti.  Agosto, il mese delle vacanze, della gioia. Un mese però che in passato ha visto la morte cruenta di molte persone in due attentati che non vanno dimenticati mai. Il 2 del 1980 alla Stazione centrale di Bologna, una bomba ha fermato il tempo e insieme molte esistenze. 85 morti e 200 feriti. E il 4 del 1974, quando è stato colpito il treno Italicus: 12 morti e 58 feriti, ancora in provincia di Bologna, una città più volte colpita al cuore. Non…
Leggi il resto