Il coronavirus può colpire tutti

Il coronavirus può colpire tutti

E’ vero, sembra tutto assurdo, surreale. Sono molti coloro che dicono: “E’ solo un’influenza un po’ più aggressiva delle altre”. Lo diceva anche Ivo Ciliesi. Tra i massimi esperti al mondo di Alzheimer. Inventore della “Doll Therapy” che aiuta a contenere i disturbi comportamentali dei malati affetti da quella patologia. Il Covid-19 se l’è portato via in tre giorni. Non rientrava nella casistica dei decessi avvenuti fino ad ora: aveva 61 anni, niente malattie pregresse. Non era un soggetto vulnerabile. Eppure è morto di questo virus infame. Cosi come non rientra nella casistica una marea di gente, anche giovane, che…
Leggi il resto
Ergastolo, si abolisca quello per le Vittime

Ergastolo, si abolisca quello per le Vittime

Il vero ergastolo è quello che subiscono le Vittime dei reati violenti e i loro familiari. L'ex pm Gherardo Colombo su Il Corriere della Sera, ha fatto un appello per abolire l'ergastolo ostativo. Ovvero quell'ergastolo che si applica a mafiosi, sequestratori, trafficanti di droga e terroristi, che possono avere benefici solo se collaborano con la giustizia. Come Veronesi prima di lui, Colombo sostanzialmente afferma che dopo venti, trent'anni, una persona è cambiata e in virtù dell'articolo 27 della Costituzione secondo cui “le pene devono tendere alla rieducazione del condannato”, deve poter essere valutata da un giudice per ottenere la libertà…
Leggi il resto
Il maschicidio esiste?

Il maschicidio esiste?

Esiste una violenza politica e fisica contro il maschio in quanto tale? Insomma, il maschicidio esiste? Proviamo a darne una definizione.  Nel solo mese di agosto 2019 tre donne hanno ucciso i loro compagni o ex compagni. Ecco i loro nomi: Francesco Armigero, 30 anni, Nicola Pizzi, 53 anni, Leonardo Politi, 61 anni.  Non ho sentito parole di sdegno, né da parte della società civile, né da parte della politica. Anzi. Sui social, quando si annuncia l'uccisione di un uomo da parte di una donna, è facile vedere una rimostranza femminile violenta e incivile.   Allora, tenendo conto che il neologismo…
Leggi il resto
Vittime della strada, militanti della memoria

Vittime della strada, militanti della memoria

Vittime della strada, militanti della memoria dei loro cari perché non accada ancora.  Nella giornata mondiale in memoria delle Vittime della strada si prenda coscienza che delle loro tragedie non si può smettere di parlare. Non si smetta di dare voce ai familiari delle migliaia di vite interrotte sull'asfalto. Sono state 3378 nel 2017 le persone che hanno lasciato genitori, fratelli, sorelle, costretti a vivere l'ergastolo del dolore, Vittime anche loro della superficialità umana. E lo scrivo con la V maiuscola, per sottolineare il valore “unico” di una condizione invalidante causata dalla generalizzata mancanza di consapevolezza che un mezzo di…
Leggi il resto
Immigrazione, giustizia e buonismo

Immigrazione, giustizia e buonismo

Giustizia sfumata nel buonismo di chi è per l'immigrazione incontrollata. Dov'è finita la mia bella Rimini? Dov'è la Romagna felix che trent'anni fa potevo girare in lungo e in largo da sola, giorno e notte, senza paura? La scorsa estate sulle stesse spiagge nelle quali da adolescente correvo felice anche la sera, c'è stato uno stupro da arancia meccanica. Pochi giorni fa, all'alba, una giovane turista ha subito violenza in uno dei viali di maggiore passaggio che legano la Rimini felliniana a quella che un tempo era chiamata la Perla Verde: Riccione. Quante volte, a vent'anni, l'ho percorsa in bicicletta…
Leggi il resto
Violenza domestica, i numeri oltre il genere

Violenza domestica, i numeri oltre il genere

Violenza domestica: indagine i numeri oltre il genere. Uomini e donne uccisi in egual numero in famiglia e all'interno delle Relazioni Interpersonali Significative (Ris).     L'indagine di Barbara Benedettelli lo dimostra con i fatti e i nomi e cognomi di tutte le Vittime: maschi e femmine.  La violenza intrafamiliare non risparmia nessuno.  Parte dell'indagine è stata pubblicata su Il Giornale, di seguito il contenuto dell'articolo. Chi volesse approfondire, può scaricare l'indagine completa (47 pag.) con fatti, nomi e cognomi di tutte le Vittime maschili e femminili: 8 giugno 2018 articolo di Barbara Benedettelli da Il Giornale: Centoventi donne. Centoventi uomini. Sono…
Leggi il resto
Abuse of Men: We must denounce

Abuse of Men: We must denounce

“Alongside the Abuse of Women, we must denounce the Abuse of Men” “Finally the open secret is revealed. There are men who use their power to get sexual favors that would otherwise be forbidden dreams. Others who disgracefully abuse that power by force and who must be condemned, no matter what.  But there are abuses of power also committed by women”. That’s what the italian essayist Barbara Benedettelli says, by presenting her new book, ’50 Shades of Violence’ (Italian: ’50 sfumature di violenza’), published on November 9th by Cairo Editore. The book collects data - mostly international - testimonies and dozens of news extrapolated…
Leggi il resto
Giornata internazionale dell’uomo

Giornata internazionale dell’uomo

Giornata Internazionale degli Uomini, oggi più importante che mai.Il 25 novembre è la giornata la Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne. Ma pochi sanno che il 19 novembre si celebra anche la Giornata internazionale dell'uomo (IMD). Inaugurata nel 1999 in Trinidad e Tobago, in Italia si celebra a partire dal 2009 grazie all’avvocato Giorgio Ceccarelli, presidente dell'Associazione Figli Negati, che si è fatta anche promotrice della Marcia dei Papà o Daddy’s pride: una manifestazione che si svolge ogni anno il 19 marzo a Roma (arrivata alla 31° edizione), e che vede riuniti padri separati italiani e stranieri…
Leggi il resto
Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio e le 50 sfumature di violenza

Il maschicidio esiste? E il femminicidio è davvero presente in modo massiccio nel nostro paese? Barbara Benedettelli indaga a 360° sul fenomeno della violenza domestica. Fatti di cronaca, ricerche statistiche, testimonianze, lo dicono a chiare lettere nel nuovo saggio di Barbara Benedettelli uscito il 9 novembre 2017: la violenza all’interno della coppia è reciproca. Eppure si parla solo di femminicidio (e non sempre lo è). C'è spesso intolleranza, odio politico, chiusura, verso chi sposta la lente d'ingrandimento sul lato nascosto dell'"amore" malato e violento: quello delle donne che odiano gli uomini. Barbara Benedettelli con il pamphlet Il maschicidio silenzioso. Perché l'amore violento è reciproco…
Leggi il resto
Il suicidio di Giò

Il suicidio di Giò

Il suicidio di Giò e il buon senso di sua madre.  Molto dipende dalle famiglie, da come guardiamo i nostri figli. Da quanto e come ci siamo. Ma non possiamo addossare tutto il peso del mondo solo sui genitori che sono umani e che sbagliano. Questa madre nel suo discorso si assume tutte le sue responsabilità con una dignità straordinaria in un momento in cui sarebbe più facile incolpare il mondo. Ma fuori chi si assume la responsabilità di queste morti? Chi si assume la responsabilità di un mondo che è globalmente malato? Come facciamo a proteggere i nostri figli…
Leggi il resto
Trump ha vinto perché parla con la pancia

Trump ha vinto perché parla con la pancia

Trump ha vinto perché parla con la pancia, caratteristica "un tempo" delle donne. «Sognate in grande, perché ciò che sognate è ciò che farete». È una delle fra1i che si leggono nei libri motivazionali di Donald Trump e ascoltate dai partecipanti all'evento di coaching iniziato nel 2004 The Learning Annex Wealth Expo, in cerca dell'ispirazione per cambiare in meglio le proprie vite: da subito 31.500 presenze a New York, 70.000 a San Francisco e 62.500 a Los Angeles, per riportare qualche numero. (altro…)
Leggi il resto
Premio “Inno Alla Vita” all’Italia Vera

Premio “Inno Alla Vita” all’Italia Vera

Premio "Inno Alla Vita", Madre Teresa di Calcutta, menzione speciale all'Associazione Italia Vera, per la sua vicinanza alle Vittime di ogni forma di violenza. Il premio è stato ritirato dalla fondatrice e presidente Barbara Benedettelli. Eccomi qui, felice del riconoscimento consegnato il 24 ottobre all'Associazione Italia Vera, da me fondata e di cui sono Presidente, durante una serata dove molte realtà del sociale si sono riunite, per celebrare il loro operato e quell'Inno alla Vita che Madre Teresa di Calcutta ci ha lasciato in eredità. Un Riconoscimento importante quello che l'Associazione Spahia ha voluto in nome di Madre Teresa di…
Leggi il resto
Omicidio stradale. Bene l’introduzione

Omicidio stradale. Bene l’introduzione

Omicidio stradale. L'introduzione di questo reato è un atto d'amore che cambierà l'approccio alla guida. E' passato qualche anno ormai da quando ho cominciato a lottare per l'introduzione del reato di omicidio stradale. Oggi è un reato a sè! A significare che non bisogna mai scoraggiarsi, mai smettere di lottare per quello in cui si crede. Per la tutela della Vita. Per la Giustizia! Tutti insieme, chi in un modo chi nell'altro, chi perché ha perso qualcuno, chi perché si sente parte di un unico destino, di una sola Vita, le cose le possiamo cambiare! Non dimenticatelo mai. Ci sono voluti…
Leggi il resto
Le leggi come la pancia della mamma

Le leggi come la pancia della mamma

Le leggi come la panica della mamma? Sì. Pensaci. C'è un giorno nella tua vita, un giorno importante, credo che non ce ne siano altri così importanti. Quel giorno tua madre e tuo padre sono in fibrillazione. Lei ha paura del dolore che arriva piano ma poi diventa così forte che ti sembra di morire. Lui suda, si agita, cammina avanti e indietro e forse vorrebbe essere al posto suo. Fa male. Fa tanto male. Non sono sicura che un uomo sopporterebbe tutto quel male, senza offesa. Ma poi a un certo punto esce la testolina. Quell'esserino non è poi…
Leggi il resto
Le stragi della sottovalutazione

Le stragi della sottovalutazione

Le stragi della sottovalutazione. Il mondo apra gli occhi. Quella di oggi non è una domenica come le altre, non lo è perché è la giornata mondiale per il ricordo delle Vittime della strada. Non lo è perché oggi si tira una riga sulla conta dei morti e dei feriti degli attentati di Parigi. E' allora una domenica triste, lo è più di ogni altra. E' triste per chi piange un amico, un fratello, un figlio perduto nelle stragi quotidiane della strada. E' triste per ognuno di noi, oggi consapevoli più che mai che la morte può arrivare in un…
Leggi il resto
Omicidio stradale. Introduzione reato cambierà cultura

Omicidio stradale. Introduzione reato cambierà cultura

Omicidio stradale. Introduzione reato cambierà la cultura. Cambierà il modo in cui ci metteremo alla guida. Da anni, insieme a tanti familiari di Vittime e Associazioni, abbiamo manifestato, abbiamo fatto incontri pubblici e privati con deputati, senatori e anche magistrati. Siamo andati nelle scuole e continueremo a farlo per sensibilizzare i ragazzi. Siamo stati - e non è sempre facile per i familiari delle Vittime - in TV, a raccontare il calvario di chi sopravvive, perché le persone si rendessero conto di cosa può provocare la mancanza di rispetto per le regole della strada in una famiglia. Perché le persone…
Leggi il resto
Giornata diritti infanzia e la “nuova” guerra

Giornata diritti infanzia e la “nuova” guerra

Giornata diritti infanzia. E una "guerra" che non rispetta i bambini. Oggi, nella Giornata mondiale dell’infanzia che ricorre nel 26° anniversario dell'approvazione da parte dell'Assemblea Generale dell'ONU della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza, sono addolorata al pensiero che non ci è possibile proteggere i nostri figli da questa nuova guerra invisibile ma tremendamente reale.  Nelle guerre passate si poteva scappare da soldati riconoscibili. Come scappare ora da quello che è stato fino a un attimo prima il tuo vicino tanto gentile di una cultura diversa, che magari fino a poco prima di dilaniarti ti aveva sorriso? Come spiegare ai nostri figli che…
Leggi il resto
Contro le mutilazioni genitali

Contro le mutilazioni genitali

Contro le mutilazioni genitali, insieme. Una battaglia di civiltà che deve raggiungere i popoli dove queste pratiche sono considerate "normali". Le mutilazioni genitali femminili sono la norma per i guerrieri Samburu, i “padroni della terra”. E’ così che si definisce questo popolo Keniota, che vive in capanne costruite con il fango, lo sterco di mucca e i bastoni intrecciati. Una capanna per ogni moglie. Perché i Samburu sono poligami e di certo delle donne sono padroni. Qui, ma anche in altri luoghi del mondo, che sembrano lontani anni luce da noi, le mogli si comprano con otto buoi. Il giorno…
Leggi il resto
Il “lavaggio dei piedi” delle Vittime

Il “lavaggio dei piedi” delle Vittime

Il lavaggio dei piedi da parte del Papa ha una fortissima simbologia. Perché non farlo per le vittime dei reati violenti? In merito alla tradizione della lavanda dei piedi, che il Papa ha compiuto giovedì verso 12 detenuti di Rebibbia, credo che espiazione e redenzione non possano passare da un rito che non tiene conto di chi ha ricevuto il male, che, da parte sua, merita la liberazione da esso con un atto altrettanto potente. Il perdono non può avvenire esclusivamente da Dio, che solleva da un male che rimane in terra nel dolore di chi lo ha ricevuto e…
Leggi il resto