Home / Blog / Ciao Isa, ovunque tu sia ora, ascoltami
Elisabetta e l'amore per Fabio

Ciao Isa, ovunque tu sia ora, ascoltami

Ciao Isa, te ne sei andata e a me piange il cuore

Lei si chiamava Elisabetta Polenghi. Ci ha lasciato oggi. Era, è, una donna meravigliosa, forte, con un grande coraggio, tanto coraggio da riuscire a dimostrare che a uccidere suo fratello Fabio, a Bangkok nel 2010, mentre faceva il suo mestiere di fotoreporter, è stato l’esercito.

Isa non ha mai smesso di cercare verità e giustizia per lui. E’ così che l’ho conosciuta 4 anni fa. E il suo sorriso rassicurante, la sua forza d’animo, la sua determinazione e insieme la sua dolcezza, saranno sempre nel mio cuore. Il cancro se l’è portata via e noi tutti abbiamo perso una persona che ha dato e poteva continuare a dare tanto. Adesso abbraccia suo fratello, ma io avrei voluto che lei restasse qui.

Ti voglio bene Isa, ovunque tu sia, ascoltami: ti voglio bene! So che lo sai. Sono contenta di avertelo potuto dire e di averti fatto felice quando sono venuta da te finalmente serena. Tu hai sempre avuto a cuore la serenità delle persone che hai avuto accanto, che sono state in qualche modo parte, piccola o grande, della tua vita. Tu hai sempre saputo trovare una parola di conforto per tutti, anche mentre stavi male, tanto male, ancora ti preoccupavi per i tuoi amici.

E’ passata solo una settimana da quando ti ho salutata, con un bacio e un abbraccio forte, e tu mi parlavi dei progetti per il domani. Un domani che forse in cielo c’è ancora.

Isa, ascoltami: tu mi hai insegnato che si può lottare con la gioia nel cuore. Che la serenità d’animo è la via maestra per raggiungere anche gli obiettivi più difficili, che intorno a noi ci devono essere persone che ci somigliano e che condividono il nostro cammino. E’ vero.

Isa, quel giorno a casa tua, pochi giorni fa, ti ho detto che avrei fatto una cosa per te. Cercherò di realizzare il tuo sogno di solidarietà e giustizia. Ci proverò, non so quando riuscirò a ottenere ciò che avresti fatto tu se fossi ancora qui. Ma ce la metterò tutta e ci riuscirò, con la forza della serenità e della lucidità che tu avevi e che mi hai trasmesso negli anni, ma ancora di più negli ultimi mesi sofferti, in cui hai sopportato la tua malattia con grande dignità.

Isa, ascoltami: ti voglio bene! Tu sei viva dentro di me.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

50 Sfumature di Violenza – Booktrailer

50 Sfumature di Violenza di Barbara Benedettelli
x

Check Also

Buona anno d'amore

Amore e rivoluzione

Amore è un’arma potentissima, basta Amore per fare una rivoluzione. Amore, a pensarci bene, è ...