Home / Riflessioni sparse

Riflessioni sparse

Il paese deve andare avanti

Persone

Il paese deve andare avanti adesso. Mentre i saggi “saggiano” la situazione, il paese continua a lottare contro il tempo. C’è chi quel tempo non ce l’ha più e allora decide di togliersi il respiro per davvero, perché senza respiro, ma vivi, fa forse più male andare avanti. Io sono dell’idea che il domani può sempre riservarci qualcosa per cui vale la pena vivere, ma ho vissuto la depressione sulla ...

Leggi Articolo »

Ciao Isa, ovunque tu sia ora, ascoltami

Elisabetta e l'amore per Fabio

Lei si chiamava Elisabetta Polenghi. Ci ha lasciato oggi. Era, è, una donna meravigliosa, forte, con un grande coraggio, tanto coraggio da riuscire a dimostrare che a uccidere suo fratello Fabio, a Bangkok nel 2010, mentre faceva il suo mestiere di fotoreporter, è stato l’esercito. Isa non ha mai smesso di cercare verità e giustizia per lui. E’ così che l’ho conosciuta 4 anni fa. E il suo sorriso rassicurante, ...

Leggi Articolo »

Quando qualcuno se ne “deve” andare…

Oggi per me è una giornata triste, infinitamente triste…. a volte le persone si allontanano non perché vogliono, ma perché qualcosa di più grande ce le porta via e tu pensi alla vita, la tua, la loro, la nostra. Pensi ai momenti vissuti insieme, a quelli persi. Ti viene in mente un sorriso, una frase, il tono della voce alla quale non avevi mai fatto caso. Un incontro mancato e ...

Leggi Articolo »

La investe e la uccide: Credevo fosse un cane

“Credevo fosse un cane”, “Credevo fosse un animale”, “Pensavo fosse un pezzo di cartone” e chi più ne ha più ne metta. Sono le frasi che spesso dicono i pirati della strada. E le dicono solo dopo, molto dopo, quando vengono trovati. Quando gli avvocati difensori cominciano a muovere i fili dell’assoluzione per un reato che ancora oggi non è considerato gravissimo: l’omicidio stradale.  E’ stato un incidente, si dice. ...

Leggi Articolo »

Facile fare del male, se l’Altro è solo “cosa”.

gli altri

“Ciò che manca ancora oggi nonostante l’alto grado di civiltà, è il sentimento profondo del rispetto per l’altro, al di là dell’utilità che l’altro può avere per noi stessi e per il mondo. È più facile uccidere e fare del male a qualcuno se per noi è solo cosa. Ci vuole poco a sopprimere il prossimo se è solo mezzo di godimento, superficie scivolosa su cui è impossibile fermarsi per più di ...

Leggi Articolo »

Mamma, quello è buono o cattivo?

Alessandro e la sua filosofia

Mamma, quello è buono o cattivo? Difficile rispondere a un bambino… La distinzione tra il bene e il male non è sempre chiara, ma non va mai persa la voglia innata di cercare il filo rosso che li separa. Il mio secondogenito Alessandro, a soli tre anni, ci chiedeva continuamente dove si trovasse l’uno e dove stesse l’altro: «Mamma, quello è buono o cattivo?», «Ma perché è buono? Perché è cattivo?» ...

Leggi Articolo »
50 Sfumature di Violenza di Barbara Benedettelli