11 settembre, una data senza anno. Un orrore senza fine.

Dell’11 settembre 2001 questa è l’immagine che racconta più di ogni altra la disperazione, la sconfitta, la fragilità umana. Un frame cristallizza la vita che subito dopo è morte. La scelta non è nel come vivere, ma nel come morire. Sfracellati al suolo o bruciati vivi.

La foto è stata 11-settembre-angelo-rovesciatotitolata The Falling Man, ed è stata scattata alle 9:41:15 dal fotografo dell’Associated Press Richard Drew.

Quel mattino, quando è suonata la sveglia per ricominciare una giornata dove decidere come vestirsi, cosa fare, se svegliare il bambino che dorme per salutarlo prima di una lunga giornata di lavoro, oppure aspettare sera. Ma la sera per molti non è arrivata più.

Quel tragico 11 settembre ci messi di fronte al terrorismo globale. Da quel giorno immagini di morte, di dolore, di terrore, sono state una triste e paurosa costante. Alla quale, però, non dobbiamo abituarci mai. 

@bbenedettelli


Barbara Benedettelli

Barbara Benedettelli è giornalista, saggista, attivista per i diritti delle Vittime di ogni forma di violenza.